Subjects

24 results found - page 1 of 3

    • Ezio Guaitamacchi   

      Atlas of Rock

      Journey through the Places of Music

      Sulle strade del rock! La musica è associata a immagini. E le immagini a luoghi. Luoghi a volte remoti, spesso fuori dai percorsi consueti ma che sono stati testimoni di fatti, episodi, aneddoti e leggende che hanno fatto epoca. Non a caso, e ancora oggi, i loro nomi (Woodstock, Abbey Road, Carnaby Street, Haight-Ashbury, Asbury Park, Greenwich Village, Laurel Canyon, Altamont ecc.) evocano ricordi formidabili, suggestioni forti, emozioni intense a ogni vero appassionato. Attraverso una trentina d’itinerari geo-musicali, l’autore (vero “rock traveller” per passione e professione) accompagna i lettori in un viaggio, reale o virtuale, che ripercorre in modo divertente e fantasioso le tappe principali della storia del rock. I più fortunati potranno consultare questo volume come una vera e propria guida turistica, altri lo useranno per i loro tragitti sonori nella rete, altri ancora viaggeranno con la mente nello spazio e nel tempo sognando per qualche ora di essere a fianco dei loro idoli musicali. A tutti, happy trails!

    • Enzo Gentile   

      Beloved Faber

      Fabrizio De Andr? through the Eyes of Friends and Collegues

      Enzo Gentile describes the private and professional life of an ingenious artist who left an indelible mark on several generations thanks to his unmatched ability to capture the spirit of Italian society. He was a critical touchstone and an irreplaceable voice even for those who only knew him through his records. Even twenty years after his death, he is still a cornerstone of Italian music. Nobody else has ever equalled his ability to describe a whole age and to read into even the most uncomfortable truths. The book investigates not just the artist but the man himself thanks to the accounts of dozens of more or less well-known figures who hung out with him, got to know him well, were involved in his private and professional life. Many of them come out for the first time about their experiences in the studio, on stage, in Genoa and Sardinia, taking the reader on an outstandingly rich journey brimming with charm.

    • Salvatore Esposito   

      Bob Dylan

      “Per aver creato nuove espressioni poetiche nella grande tradizione della canzone americana”. Con questa motivazione, il 13 ottobre 2016, l’Accademia svedese ha assegnato a Bob Dylan il Premio Nobel per la Letteratura, l’ultimo e forse il più importante dei tanti riconoscimenti a lui tributati. Figura tra le più importanti del panorama musicale planetario, Bob Dylan - come disse Allen Ginsberg - ha portato “la poesia nei jukebox”, raccontando l’America, proseguendone la tradizione musicale e diventandone lui stesso parte integrante. Da voce della controcultura del Folk Revival degli Anni Sessanta ad alchimista del sottile e selvaggio suono mercuriale del rock, passando per la straordinaria parabola della Rolling Thunder Revue e dei “Gospel Years” che lo videro cristiano rinato, fino a giungere alle nebbie degli anni Ottanta e alla rinascita dell’ultimo ventennio, Bob Dylan ha dato vita a uno dei più articolati percorsi artistici della storia del rock, con oltre quaranta dischi all’attivo, numerose pubblicazioni di materiali d’archivio e un’impressionante mole di concerti ogni anno. A oltre cinquant’anni dal debutto, Dylan continua a sfuggire a ogni definizione o stereotipo che il tempo ha tentato di cucirgli addosso e, senza guardarsi indietro, prosegue incessantemente il suo cammino attraverso i sentieri della musica americana, riportando alla luce perle dimenticate come il repertorio del “Great American Songbook”, riletto nella recente trilogia discografica culminata con la pubblicazione di Triplicate.

    • Loris Cantarelli   

      Bono

      U2's Voice between Music, Committment and Spirituality

      Everything about Bono: from his restless childhood in Dublin during the Irish Troubles to the birth of U2; the band’s rise from the bottom of the business to the pinnacle of the music industry; his spiritual unrest and his battle against poverty and Aids; the band’s record-breaking career and Bono’s countless collaborations with artists and musicians from all walks of life.

      The book coincides with Bono’s 60th birthday and the 40th anniversary of U2’s first album. It tells the amazing personal and artistic life of a dazzling international star who grew up in the capital of the Emerald Isle, where music and literature intertwine with irresistible charm.

      U2 are unquestionably one of the most influential bands ever. Their career is revisited from the point of view of their world-famous vocalist and leader, Bono Vox. We get to hear from Bono himself as well as from family, friends, fellow band members and other musicians. The book includes anecdotes, little-known facts, timelines and historical inserts.

      It is a stunning story from beginning to end, packed with previously unreleased twists; it details a truly unique political and social experience in the history of music and in contemporary society.

    • Luca Garrò   

      David Bowie

      Parlare oggi di David Bowie è come parlare di Pablo Picasso, Andy Warhol, Bob Dylan o di uno qualunque dei personaggi più importanti del ventesimo secolo, al di là dell’ambito in cui costoro si sono espressi. Ma chi è stato davvero David Bowie? Un messaggero degli alieni, un essere proveniente da un’altra galassia, come ha cercato di farci credere con l’epopea di Ziggy Stardust o quando si è calato nei panni di Thomas Jerome Newton de L’uomo che cadde sulla Terra; un abile catalizzatore di idee altrui rimescolate e fatte furbescamente proprie o ancora l’artista più influente della seconda parte del ’900, come invece in molti credono? Un individuo condizionato dalle proprie ossessioni o una figura messianica in grado di dare messaggi universali all’umanità? Forse tutto o, più probabilmente, niente di tutto ciò, dato che il soggetto Bowie resta quanto di più difficile da indagare anche per chi l’ha conosciuto personalmente. “Ogni uomo e ogni donna è una stella”, diceva Aleister Crowley, di cui Bowie era un conoscitore: ecco, a cinquant’anni dal debutto, e considerando la drammatica conclusione del suo viaggio attraverso la pubblicazione di Blackstar, forse quella astrale resta la metafora che ancora più gli si addice. Una cosa è certa: esiste un David Bowie per ognuno di noi o, meglio, uno per ogni periodo della nostra vita.

    • Luca Garrò   

      Freddie Mercury

      Insieme a Mick Jagger, Robert Plant e Roger Daltrey, Freddie Mercury ha incarnato il prototipo dell’animale da palcoscenico totale, entrando in maniera indelebile nell’immaginario collettivo di almeno tre generazioni di appassionati di musica. Oltre all’innata propensione alla teatralità e alla vocalità unica, del suo personaggio eccessivo, ironico e volutamente provocatorio sono sempre state evidenziate caratteristiche che poco avevano a che fare con l’uomo e con l’artista, preferendo puntare sul gossip e su aspetti della sua vita piuttosto che sulla sua musica. Troppo di frequente, poi, si è dimenticato di sottolineare in lui il grande musicista: basterebbe un brano geniale e immortale come Bohemian Rhapsody a confutare l’idea che Mercury fosse solo un buon cantante e un performer stupefacente, ma la lista di hit da classifica e di perle disseminate in ogni album dei Queen parlano più di qualsiasi analisi.

    • Nino Gatti    Stefano Girolami   

      Gilmour & Waters

      The Origins, The Pink Floyd, the solo Careers

      The book revisits all the works and turning points in the lives of the two men as it takes us on an enthralling journey into the interstices of two extraordinary musicians whose experiences stretch far beyond the dazzling history of Pink Floyd.

      A stifling tie for Roger Waters, who sailed off on his own career decades ago; an old-fashioned suit for David Gilmour, who branched out solo and notched up an impressive string of records, tours and collaborations.

      The book tells a dual biography with perfectly matched devotion – one that crosses and diverges from time to time. It revisits the milestones of the two musicians’ debuts until today and explores the countless projects, concerts and epochal changes that touched two of the greatest artists in the history of rock, first as a band, then individually.

      The book investigates the childhoods, teenage years and first steps of both men as their tortuous paths led them to the beginning of the Pink Floyd epic. We learn about the band’s meteoric rise and the pivotal events from 1967 to 1995; we also revisit all the solo albums, concerts, individual tours, projects outside Pink Floyd and countless collaborations from the Seventies until today.

    • Roberto Caselli   

      History of Blues

      The first complete history of blues, from its African roots to the latest stylistic evolutions of the new millennium, in a new edition now featuring a whole section on Italian blues.

      Blues is the adventure of the African Americans trying to shrug off slavery and find a new identity; the intimate voice of swing, bebop and even free jazz after the re-emergence of the darkest ghosts of the past back in the

      Sixties.

      This book talks about rural acoustic, urban, electric and rock blues. We meet well-known figures as well as hundreds of less prominent but equally significant figures who originated unimaginable stylistic ramifications and amazing stories to tell.

      This new edition features a useful name index as well as a section on Italian blues, whose players have gained worldwide recognition and awards.

    • Andrea Angeli Bufalini    Giovanni Savastano   

      History of Disco Music

      Exactly 40 years ago – and after more than half a decade of unrivalled domination – disco music was at its peak. Some tried to get rid of its every trace, but to no avail – disco music had become a part of music’s very DNA.

      This book investigates the roots, genesis and growth of a melting pot of sound, culture and society with countless creative ramifications.

      Blending multiple rhythms and colours as well as the genre’s most iconic figures, quotes and anecdotes, the book recalls even the less notable figures who left their mark on the sounds of the common imagination. Each section of the book includes a discography exceeding 150 titles.

    • Ezio Guaitamacchi   

      History of Rock

      Il rock è una forma d’arte. E in alcuni casi, una forma d’arte suprema paragonabile per valori, influenza e longevità alle più straordinarie espressioni di talento, creatività e fantasia della storia dell’uomo. Ma è una forma d’arte popolare. Indissolubilmente legata a tempi, luoghi e contesti socio-culturali che l’hanno generata. Per capirla, apprezzarla, o amarla ancora di più, questo libro ne racconta la storia. Una storia lunga 60 anni e che inizia il 5 luglio 1954, nel giorno in cui Elvis Presley ha inciso a Memphis il suo primo singolo. Ma che ha radici più lontane e profonde, tra il continente africano e la cultura e le tradizioni anglo-scoto-irlandesi. Da allora, sino a oggi, il rock e le musiche a lui connesse o che dal rock si sono sviluppate sono state una colonna sonora fantastica per le vite di centinaia di milioni di giovani (e meno giovani) in tutto il pianeta Terra, accompagnando l’evoluzione dell’uomo del Novecento.