Argomenti

317 risultati trovati - pagina 1 di 32

    • Olivier Durand    Annamaria Ventura   

      Grammatica di arabo marocchino

      Lingua dārija

      La Grammatica di arabo marocchino è una trattazione linguistico-descrittiva dell’arabo māgribi o magrebino, correntemente dārija, lingua orale del Marocco.

      Questa varietà è la più lontana dall’arabo letterario, ovvero dall’arabo classico e standard, e risulta essere quella meno intellegibile dagli altri parlanti arabofoni.

      Rispetto ad altre varietà dialettali arabe, infatti, l’arabo marocchino risente di un forte sostrato berbero, lingua di famiglia non semitica, ma camitosemitica, nonché dell’influenza del francese, e si distanzia dalle altre varietà arabe anche a causa delle peculiarità storiche e della posizione geografica decentrata rispetto agli altri paesi arabi.

      Il volume descrive dapprima il sistema fonologico, espone poi pronome, sostantivo, aggettivo e numerali, a cui segue un’ampia analisi del verbo, per soffermarsi poi su avverbi e particelle, raccogliendo infine le espressioni idiomatiche, frasi cristallizzate il cui significato si distanzia dalla traduzione letterale.

      Frutto di ricerca dialettologica il volume decodifica, sistematizza e descrive il materiale linguistico, corredandolo di un’ampia mole di esempi e si articola quale grammatica organica di riferimento.

    • Michele Corsi   

      Il linguaggio cinematografico

      Narrazione, immagine, messinscena, montaggio e sonoro nei film e nelle serie TV

      Una trattazione teorica organica e completa del linguaggio cinematografico integralmente basata sull’analisi del materiale visivo. Ogni argomento è illustrato da fotogrammi tratti da centinaia di film e collegato a sequenze raccolte nel sito www.cinescuola.it, fondato e gestito dall’autore e strutturato in modo da essere complementare al testo.

      Data l’organizzazione modulare della trattazione, il volume si adatta alle esigenze di sintesi o di approfondimento dei diversi insegnamenti nell’ambito audiovisivo.

    • Zuzana Nemčíková    Ivan Šuša   

      Corso di lingua slovacca

      Livelli A1-B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue

      Il Corso di lingua slovacca, rivolto a studenti universitari italofoni, si propone come guida all’interno di situazioni comunicative della quotidianità e include nozioni fonetiche, grammaticali e lessicali. I temi trattati, scelti in conformità con il Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue, rispettano una graduale successione dell’apprendimento fino al livello linguistico B1.

      Il metodo didattico utilizzato si basa da un lato sull’approccio comunicativo e dall’altro su quello contrastivo tra italiano e slovacco, senza mai tralasciare gli aspetti fondamentali della grammatica.

      Strutturato in 15 Lezioni dalla impostazione ricorrente, il manuale presenta dialoghi e testi di diversa natura, espressioni comunicative, lessico, nozioni grammaticali ed esercizi di varia tipologia. Al fine di consolidare l’interesse verso la lingua, sono trattati argomenti riguardanti la storia, la civiltà e la cultura della Slovacchia.

      Completano il volume le tabelle grammaticali riassuntive, le soluzioni degli esercizi, un ampio glossario e le tracce audio Mp3 dei testi e dei dialoghi, disponibili alla pagina dedicata al volume sul sito www.hoeplieditore.it/universita.

    • Monica Ruocco    Luca D'Anna    Souzan Fatayer   

      Comunicare in arabo

      Livelli A1-A2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue

      Comunicare in arabo è un corso in tre volumi per l’apprendimento della lingua araba che sviluppa in modo armonioso ed efficace le competenze comunicative (linguistiche, sociolinguistiche e pragmatiche) dei livelli A1-B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue.

      Il volume 1 copre i livelli A1-A2 e si compone di 15 unità. Le prime tre sono dedicate all’apprendimento del sistema di scrittura, mentre le successive si aprono con dialoghi o testi di lettura e/o ascolto di crescente complessità integrati da spiegazioni grammaticali, rubriche lessicali ed esercizi di varia tipologia. Le unità sono arricchite da approfondimenti culturali e dialettali e accompagnate da materiali audio.

      Sono inoltre presenti esercizi di ricapitolazione e consolidamento per verificare la conoscenza degli argomenti studiati nelle unità precedenti.

      Per favorire l’apprendimento del lessico, il glossario finale propone una selezione tematica e ragionata delle principali parole di ciascuna unità.

    • Silvia Pozzi   

      Il carattere e la lettera

      Tradurre dal cinese all'italiano

      Dedicato alle specificità della traduzione dalla lingua cinese, il manuale presenta i contenuti necessari alla riflessione e alla prammatica della traduzione per la combinazione linguistica cinese-italiano da una prospettiva inedita: cosa trasportare, cosa trasformare e cosa far cadere nel passaggio dal carattere alla lettera?

      L’opera, la prima del genere pubblicata in Italia, è articolata in 5 capitoli ciascuno dei quali è corredato da brani in cinese con esempi di traduzione e tavole sinottiche di confronto con la resa in altre lingue europee (inglese, francese, spagnolo) o di comparazione tra più versioni italiane del testo (di traduttori diversi o delle diverse fasi di revisione) commentate.

      Chiude il volume un saggio sulle varietà della lingua cinese letteraria a Hong Kong, Taiwan e in Malesia.

      In appendice sono presenti prove di traduzione con note tecniche e linguistiche utili a operare una riflessione sui testi di partenza e di arrivo, e a mettere in pratica le possibili strategie traduttive.

    • Barbara Scozzi    Davide Aloini    Mariangela Lazoi    Stefano Lisi   

      Business process management

      Principi, metodi e applicazioni per la sostenibilità e la trasformazione digitale

      Il testo presenta in maniera organica, chiara e sintetica principi, metodi e applicazioni del Business Process Management rivisti con approccio innovativo attraverso le lenti della sostenibilità e della trasformazione digitale.

      Dopo aver presentato i criteri per riconoscere e classificare un processo aziendale vengono discusse finalità, benefici e modalità di implementazione di un programma di Business Process Management. Si passa quindi a illustrare metodi e applicazioni per gestire le singole fasi del ciclo di vita dei processi utilizzando approcci sia tradizionali che data-driven. Il testo si conclude con la discussione di alcuni casi di studio.

      A supporto delle fasi di verifica della comprensione degli argomenti trattati e di implementazione dei concetti studiati, l’opera si avvale di test di autovalutazione, esercizi svolti e materiali di approfondimento.

      Destinato principalmente agli studenti universitari di Ingegneria industriale, Ingegneria gestionale ed Economia e Management, il testo può essere utilizzato come supporto didattico anche dagli studenti di Informatica per accrescere la capacità di comprensione dei processi di business.

    • Kingsley Antonio Borello   

      Excellent business plan

      Pianificazione professionale di startup e imprese secondo un nuovo modello lean

      La nuova edizione di Excellent Business Plan, testo di riferimento per la pianificazione imprenditoriale indirizzato a studenti universitari e manager, guida passo passo nell’analisi del progetto e nella successiva stesura di un piano sulla base di un modello lean che rinnova l’approccio tradizionale al business planning.

      Il nuovo modello proposto è denominato CLIP (Complete Lean Investment Planning) e unisce i vantaggi di canoni teorici differenti.

      Accanto alla redazione di un business plan il manuale affronta anche tematiche di capital budgeting, di valutazione d’impresa e di analisi della performance strategica.

      La trattazione adotta un approccio di sintesi nell’esposizione degli argomenti, illustrando i vari concetti teorici con agili infografiche che rendono immediata la fruizione dei contenuti.

      Il testo è corredato di due casi aziendali, scaricabili online, che spiegano come scrivere un business plan attraverso slide descrittive, utile strumento di comunicazione oltre che di analisi.

    • Riccardo Migliari    Marco Fasolo   

      Prospettiva

      Teoria e applicazioni

      La prospettiva si può costruire in due modi. Si può ricavare dalla pianta e dall'alzato, in un processo che si svolge sul piano e sul piano resta confinato. Oppure si può generare uno spazio prospettico e in quello, in tre dimensioni, si costruiscono le forme da rappresentare.

      Il secondo modo è quello adottato in questo libro. Prima di tutto perché è quello che ha una storia, che va dal Quattrocento ai giorni nostri; quindi perché è capace di coniugare il mondo grafico a quello digitale, con reciproco vantaggio; da ultimo perché lo spazio prospettico nel quale opera è capace di inesauribili potenzialità e sorprese. Chi avrebbe mai pensato che la camera distorta di Adelbert Ames fosse una prospettiva solida inversa? Ma è facile capirlo nel momento in cui si esplora lo spazio prospettico in tutti i suoi luoghi e non soltanto in quelli che si trovano, banalmente, davanti all'osservatore.

      Su questa idea si fondano anche le varie esperienze, qui proposte, di ampliamento e rettifica dello spazio reale, ottenute attraverso la costruzione di un opportuno spazio prospettico. Perché il mondo ha due aspetti: come è e come appare, senza che l'uno prevalga sull'altro, perché da ciascuna di queste forme deriva l'altra in perfetta e comune corrispondenza.

    • Linda Torresin   

      Tradurre dal russo

      Teoria e pratica per studenti italofoni

      Tradurre dal russo è un manuale che offre tutto il necessario per guidare gli studenti universitari di Lingue e letterature moderne e di Mediazione linguistica alla scoperta del mondo della traduzione russo-italiano sulla base di un approccio che combina l’insegnamento delle pratiche traduttive con la didattica della lingua.

      Il testo è diviso in due parti fra loro indipendenti, ma correlate. La prima parte presenta, in forma chiara e dettagliata, le questioni teoriche della traduzione russo-italiano con utili spunti di riflessione, avvalendosi di esempi, schemi e tabelle. La seconda parte propone numerosi testi da tradurre, diversi per tipologia e per grado di difficoltà, corredati di aiuti per la traduzione e attività didattiche. Tale struttura permette allo studente di acquisire le strategie traduttive da applicare subito, sia in aula sia a casa. Il manuale è inoltre integrato da momenti di valutazione e autovalutazione, resi possibili dalla presenza di verifiche e di simulazioni d’esame.

      Sul sito www.hoeplieditore.it/universita, alla pagina dedicata al volume, sono disponibili molteplici attività digitali.

    • Fernando Picchi   

      Grande dizionario inglese

      Inglese-Italiano/Italiano-Inglese

      200.000 lemmi - 514.000 accezioni - 316.000 esempi e locuzioni - 68.000 sinonimi e contrari - Trascrizione fonetica dei lemmi inglesi e indicazione dell’accentazione tonica dei lemmi italiani - Strutture e relative reggenze di tutte le accezioni di ogni verbo - Flessioni di nomi, verbi, aggettivi e avverbi con irregolarità - Attributi di numerabilità di tutti i sostantivi inglesi - Reggenze di aggettivi e nomi quando siano differenti nelle due lingue.