Argomenti

10 risultati trovati - pagina 1 di 1

    • Dante Alighieri   

      La Divina Commedia

      Ristampa anastatica dell'edizione rilegata del celebre Dante minuscolo Hoepliano pubblicato per la prima volta nel 1904 con postille e cenni introduttivi del prof. Raffaello Fornaciari, riveduti dal prof. Piero Scazzoso.

      Un’edizione unica nel suo genere per dimensioni e leggibilità, che ha incontrato nel succedersi dei decenni centinaia di migliaia di lettori, e che nel suo “piccolo” testimonia una lunga tradizione editoriale e – soprattutto – la grandezza del “sommo Poeta”.

    • Dante Alighieri   

      La Divina Commedia

      In 3 volumi

      Ristampa anastatica del celebre Dante minuscolo Hoepliano in tre volumi, uno per cantica, in brossura, raccolti in un apposito astuccio.

      Pubblicata per la prima volta nel 1904, questa edizione del testo dantesco è arricchita dalle postille e cenni introduttivi del prof. Raffaello Fornaciari, riveduti dal prof. Piero Scazzoso e dalle decorazioni di Ezio Anichini che impreziosiscono copertine e astuccio.

      Una proposta che rielabora la versione minuscola hoepliana della Divina Commedia presentando ciascuna delle tre cantiche come un volume a sé stante, così da poter ancor più agevolmente maneggiare l’elevato e al tempo stesso diverso contenuto poetico e dottrinale dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso.

    • Claudio Beretta   

      Letteratura dialettale milanese

      Itinerario antologico-critico dalle origini ai nostri giorni. Ristampa anastatica della 1ª edizione

      L’opera propone uno straordinario itinerario attraverso le opere di poeti e prosatori che hanno dato vita alla letteratura dialettale milanese. Da Bonvesin de la Riva, attraverso Carlo Maria Maggi, Carlo Porta, il teatro milanese, Delio Tessa, fino ai poeti del secondo Novecento, il testo ripercorre tutta la storia della letteratura meneghina dalle origini ai nostri giorni, associando a chiare introduzioni storiche e letterarie i brani antologici più rappresentativi, con traduzione a fronte. Attraverso l’analisi dei testi e il loro inquadramento storico e culturale, l’autore conduce alla scoperta delle strette e talora sorprendenti relazioni tra la letteratura dialettale milanese e le coeve letterature europee. Un ricco apparato iconografico mostra, tra l’altro, i volti dei letterati, la topografia di Milano nei vari secoli, nonché i monumenti e gli scorci della città cantata dai poeti meneghini. Le tracce MP3 Le voci di Milano scaricabili online, permettono di apprezzare la lettura, filologicamente corretta, di alcuni brani antologici presenti nel testo, offrendo un saggio della pronuncia, nel milanese odierno, di opere letterarie apparse in epoche diverse.

    • Delio Tessa   

      Le poesie di Delio Tessa

      Tradotte e commentate da Gino Cervi, lette da Leda Celani e Alarico Salaroli

      Non ho mai fatto niente nella vita, ho sempre guardato gli altri muoversi. Così si presenta Delio Tessa (1886-1939): nato nel cuore della vecchia Milano attorno a piazza Sant’Alessandro, liceo classico, laureato in legge e poi avvocato con scarso entusiasmo, conduce una vita da scapolo, parca di avvenimenti esterni.
      Eppure non è soltanto il più grande poeta in dialetto milanese del secolo scorso, ma uno dei più grandi lirici italiani del XX secolo. Istintivamente antifascista, con uno stile di vita quasi clandestino, Tessa è apprezzato negli ambienti milanesi da personalità come Arturo Toscanini e Carlo Linati, nonché da Luigi Rusca, direttore della Mondadori, che gli fa pubblicare nel 1932 la raccolta L’è el dì di Mort, alegher! Cosa fa grande il Tessa? Innanzitutto la scelta consapevole del dialetto con tutte le sue possibilità espressive; il milanese è per lui la lingua per raccontare una società che sta rapidamente cambiando insieme al tessuto sociale, urbanistico, umano di Milano. “Il cuore del Tessa batte negli interstizi della grande città, negli anditi e nei sottoscala” (Cases). È qui che trova personaggi come la prostituta Olga di cui viene narrata - vero e proprio romanzo sociale in versi - ascesa e caduta sullo sfondo di una città che si trasforma. E in questo sta l’altro elemento della grandezza di Tessa: la sensibilità, di impronta lombarda, con cui riesce a esprimere le ragioni profonde del vivere.
      Il volume offre un nuovo commento all’intero canzoniere a cura di Gino Cervi e per la prima volta, nei 2 CD-Audio allegati, è messa a disposizione di chi legge la recitazione di alcuni dei più celebri componimenti del poeta grazie alla partecipata espressività di Leda Celani e Alarico Salaroli, attori di provata tradizione milanese.
    • Carlo Porta   

      Trenta poesie di Carlo Porta

      Tradotte e commentate da Gino Cervi, lette da Sandro Bajini

      La Milano napoleonica e della Restaurazione rivive attraverso la prodigiosa arte di Carlo Porta. Preti e prostitute, nobili e popolani, compongono la commedia umana del Porta in poesie indimenticabili come La Ninetta del Verzee o i Desgrazzi del Giovannin Bongee.Questa nuova antologia della produzione poetica portiana, in cui ogni poesia è accompagnata dalla traduzione e da una ricca nota al testo, è curata con grande acribia da Gino Cervi ed è accompagnata da 2 CD-Audio con le letture delle principali poesie ad opera di Sandro Bajini. La raccolta costituisce pertanto un vero e proprio audio-libro, per giunta corredato di tutti gli apparati critici e interpretativi necessari: di fatto un’occasione unica per apprezzare i personaggi portiani in tutta la loro carica espressiva.Il volume è infine arricchito da una serie di illustrazioni della Milano dell’epoca.
    • Alessandro Manzoni   

      I Promessi Sposi

      la classica edizione Hoepli del capolavoro manzoniano, curata da Fausto Ghisalberti.Il volume è arricchito da 16 illustrazioni di Luigi Borgomainerio, Tranquillo Cremona, Gallo Gallina, Roberto Focosi e Gaetano Previati riprodotte su tavole e che raffigurano le situazioni e gli avvenimenti descritti nel testo.

    • Dante Alighieri   

      La Divina Commedia

      Testo critico della Società Dantesca Italiana, riveduto, col commento scartazziniano rifatto da G. Vandelli, l'aggiunta del rimario perfezionato di L. Polacco e l'indice dei nomi propri e di cose notabili

    • Dante Alighieri   

      La Divina Commedia

      Testo critico della Società Dantesca Italiana, riveduto, col commento scartazziniano rifatto da G. Vandelli, l'aggiunta del rimario perfezionato di L. Polacco e l'indice dei nomi propri e di cose notabili

      Il volume propone il classico dantesco nel testo critico della Società Dantesca Italiana, riveduto, col commento scartizziniano rifatto da Giuseppe Vandelli, cui è stato aggiunto il Rimario perfezionato di L. Polacco e l’indice dei nomi propri e di cose notabili.