Argomenti

8 risultati trovati - pagina 1 di 1

    • Gianni Forcolini   

      Interior Lighting

      Sorgenti luminose, apparecchi, sistemi, impianti per progettare e realizzare l'illuminazione degli ambienti interni

      Per diventare un vero fattore qualificante, l’illuminazione degli ambienti interni deve essere il frutto di un lavoro di progetto. Il libro indaga i molteplici aspetti del Lighting Design a partire dalle nozioni basilari di fotometria, colorimetria e percettologia, passando alle prestazioni avanzate delle nuove sorgenti luminose, degli apparecchi e dei sistemi di illuminazione, per concludersi con la progettazione degli impianti in vari ambiti di intervento. Molta attenzione è rivolta all’evoluzione tecnologica e progettuale oggi in pieno sviluppo che affonda le sue radici nella diffusione dell’elettronica e dell’informatica di consumo. Profondi cambiamenti hanno trasformato la filiera produttiva e riqualificato gli strumenti informatici a supporto della progettazione: software CAD e BIM, programmi per computer che affiancano i rendering fotorealistici al classico calcolo delle grandezze fotometriche e colorimetriche.
    • Gianni Forcolini   

      Luce per la casa

      Soluzioni di lighting design per interni

      Qual è l’illuminazione migliore per la stanza da bagno, il soggiorno, la zona pranzo o il terrazzo? Certamente quella che permette di usare questi ambienti in modo agevole, sicuro e confortevole, in tutte le ore del giorno e della notte. Ma la luce artificiale gioca un ruolo di grande rilievo anche nella dimensione estetica dello spazio domestico: luci, ombre, penombre, chiaroscuri, colori e texture dei materiali, sono tutti elementi che concorrono a rendere la casa bella e attraente.Oggi è disponibile una grande varietà di mezzi per illuminare: lampade, oggetti e materiali, apparecchi e sistemi. L’ampia offerta di luce pone il problema della scelta: quali sono le soluzioni più adatte? Luce per la casa vuole dare delle risposte a questi interrogativi, considerando tutte le parti della casa: ingressi con affaccio esterno o ingressi interni, percorsi, soggiorni e zone living, cucine, stanze da bagno e zone fitness, camere da letto, camere studio, per bambini e ragazzi, terrazzi, logge e verande.Il libro, ricco di illustrazioni a colori, è organizzato in due parti: nella prima sono raccolte le soluzioni di luce consigliate, ambiente per ambiente, mentre nella seconda si analizzano i mezzi tecnici e i prodotti per realizzare gli impianti, fornendo così agli interior designer, nonché a tutti gli appassionati di arredamento dello spazio domestico, gli strumenti teorici e pratici per integrare l’illuminazione artificiale nel progetto di interni.
    • Tomris Tangaz   

      Interior Design

      Dall'ideazione al progetto

      Il testo è un manuale di riferimento completo per gli arredatori d’interni, ricco di consigli e di esempi pratici su tutti gli aspetti dell’interior design, dallo sviluppo dell’idea iniziale alla realizzazione esecutiva del progetto. Organizzato per unità di apprendimento progressivo, è anche un ideale strumento di studio per chi si avvicina alla professione.

      Chiare e dettagliate istruzioni seguono passo passo l’intero iter di progettazione, con consigli per trovare l’ispirazione, pianificare lo spazio, scegliere i colori e utilizzare i materiali.

      Numerosi esempi finiti, realizzati da celebri arredatori d’interni, sono un utile riferimento per sviluppare nuovi progetti e offrono preziose indicazioni sulle tecniche di lavoro dei designer professionisti.

      L’unità finale fornisce informazioni essenziali per l’avvio e la gestione dell’attività professionale.

    • Silvana Ghigino   

      La realtà dell’illusione

      Teoria e pratica nella decorazione architettonica dipinta

      Quali saperi si celano dietro alla pittorica bellezza di una facciata dipinta? In questo volume sono presentate le molteplici risposte a questa domanda. La facciata dipinta, intesa come momento di rappresentazione illusoria di una realtà plastica che non c’è ma che il pittore riesce a simulare e a raccontare agli osservatori, è il frutto di una conoscenza antica a cavallo tra teorie e azioni pratiche che gli antichi decoratori si sono tramandati nel tempo da maestro a allievo.
      Il testo descrive gli “inganni dell’occhio” prodotti da sapienti distorsioni prospettiche, il procedimento pittorico che consente di tener sotto controllo dipinti grandi come la parete di un edificio, i giochi di ombre e di chiaroscuri, gli strumenti e i materiali. Sono inoltre analizzate alcune tecniche particolari tra cui quella dell’affresco e presentate le memorie di vecchi maestri che hanno permesso di tracciare questo interessante ponte tra il futuro dell’architettura dipinta e il suo bagaglio storico pratico.
      Il volume si rivolge sia agli studenti delle Accademie di Belle Arti, delle Scuole Edili, dei corsi universitari e non relativi al recupero e restauro architettonico, sia alle Soprintendenze ai Beni Architettonici e Paesaggistici e alle imprese edili rivolte al tema del restauro e recupero edilizio e monumentale, nonché a chiunque sia appassionato di discipline artistiche e di storia della forma urbana.
    • Giorgio Ricchelli   

      L’orizzonte della scena nei teatri

      Storia e metodi del progetto scenico dai Trattati del Cinquecento ad Adolphe Appia

      Il volume ripercorre in chiave storico-critica l’evoluzione della scenografia moderna, e in particolare dei metodi per la sua progettazione, a partire degli esordi del nuovo teatro nei primi anni del Cinquecento fino agli inizi del XX secolo. La ricerca è costruita direttamente attraverso i Trattati redatti dagli artefici delle forme, delle regole e delle tecniche che hanno modellato lo spazio scenico occidentale; a partire dalla collocazione storica i sistemi scenici che maggiormente hanno mantenuto le loro caratteristiche strutturandosi in tipi ricorrenti, sono analizzati anche per la loro presenza nell’azione teatrale contemporanea in relazione ai più recenti concetti del “teatro di regia”.
      In stretto rapporto con il mondo delle arti, e in particolare con la pittura, la trattazione, assolutamente innovativa per l’approccio, è integrata da un ricco apparato iconografico di immagini e disegni, alcuni dei quali inediti.
      L’opera si rivolge sia agli studenti di Teoria e storia della scenografia, Progettazione scenografica e Scenotecnica presso le Facoltà di Architettura e le Accademie di Belle Arti sia a professionisti del teatro, interessati ad approfondire la storia del progetto scenico e delle sue relazioni con le trasformazioni della figurazione teatrale.
    • Alessandra Pagliano   

      Il disegno dello spazio scenico

      Prospettive illusorie ed effetti luminosi nella scenografia teatrale

      Il progetto della scena teatrale si configura come la traduzione spaziale di un’immagine prospettica (il bozzetto creato dallo scenografo). Questo libro propone un metodo rigoroso, ma di semplice applicazione, per la realizzazione dello spazio illusionistico delle scene, fornendo, attraverso grafici di semplice interpretazione e schemi assonometrici esemplificativi, le nozioni basilari della prospettiva lineare e delle sue applicazioni ai fini illusori in ambito teatrale. Partendo dall’evoluzione del disegno prospettico e della luce, in particolare attraverso le opere pittoriche più significative, l’autrice analizza il problema della rappresentazione degli effetti luminosi, allo scopo di riconoscere le numerose deroghe che la carica espressiva affidata alla luce talvolta impone alla corretta applicazione del procedimento geometrico. Infine come “caso applicativo” viene analizzato un allestimento scenico particolarmente emblematico.

      Il libro si rivolge non solo agli studenti dei corsi di Fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva, di Storia dell’arte e di Scenografia presso le Facoltà di Architettura e le Accademie di Belle Arti, ma anche agli scenografi progettisti e realizzatori.

    • Isabella Puliafito   

      Feng Shui

      Armonia dei luoghi per l'architettura del benessere

      Il libro offre una descrizione chiara ed esaustiva dei fondamentali principi di questa antica arte cinese in base ai quali organizzare il proprio habitat (abitazione o ambiente di lavoro) in armonia con la natura per raggiungere benessere e salute. L’apparato illustrativo del volume, costituito da disegni e grafici, integra la trattazione teorica degli argomenti. L’opera si rivolge ad architetti e urbanisti interessati a nuove forme della progettazione, ma anche a chiunque desideri conoscere il miglior modo di disporre lo spazio secondo principi di armonia ed equilibrio.
    • Piero Polato   

      Il modello nel design

      La bottega di Giovanni Sacchi

      Nel centro della vecchia Milano, a Porta Venezia, da quasi cinquant'anni Giovanni Sacchi realizza modelli per il design.

      Molti degli oggetti che arredano le nostre case e i nostri posti di lavoro sono stati realizzati come modelli in legno, prima della loro produzione industriale, in questo laboratorio. È per questa ragione che la bottega del Sacchi è ben nota nell'ambiente del design italiano.

      Da Sacchi si recano tutti o quasi tutti i designer: Nizzoli, Castiglioni, Zanuso, Sottsass, Bellini, Sapper, Munari e via via tutti gli altri.

      In questo libro, Piero Polato ha cercato documenti anche inediti e raccolto sotto forma di interviste la storia di alcuni oggetti famosi, altri meno, ma tutti importanti al fine di spiegare le straordinarie qualità del più famoso modellista italiano.