Argomenti

4 risultati trovati - pagina 1 di 1

    • Bruno Osimo   

      Propedeutica della traduzione

      Corso introduttivo con tabelle sinottiche. 2ª edizione

      Per imparare a tradurre occorre molta esperienza, ma l’attività pratica va fin dall’inizio inquadrata in un contesto teorico di riferimento che fornisca alcuni principi metodologici. In risposta a tale esigenza questo volume si colloca al livello preparatorio di base degli studi universitari nel campo della traduzione e illustra i concetti di fondo che servono all’aspirante mediatore-traduttore. Non si tratta dell’astratta “teoria della traduzione”, destinata ai linguisti, ma delle conoscenze indispensabili per praticare in modo consapevole l’attività quotidiana di comunicare, di tradurre.

      Per rendere più agevole la lettura tutti i concetti sono spiegati nel testo con un minimo ricorso alla terminologia settoriale, senza semplificazioni lessicali fuorvianti, bensì attraverso la schematizzazione svolta in numerose tabelle descrittive.

      Rispetto alla prima edizione il volume è notevolmente ampliato: sono stati aggiunti due nuovi capitoli e inserite nuove tabelle esplicative che in una versione grafica più accattivante agevolano la comprensione della trattazione.

      La nuova edizione è inoltre più versatile e facile da utilizzare come libro di testo in corsi tenuti da docenti diversi, indipendentemente dalle lingue straniere coinvolte. È adatta anche a chiunque, al di fuori di un percorso di studi accademico, desideri affrontare l’argomento “traduzione” da zero.

    • Peeter Torop   

      La traduzione totale

      Tipi di processo traduttivo nella cultura

      Il volume è dedicato al processo traduttivo, visto dal punto di vista scientifico, secondo le esigenze più recenti espresse dal mondo accademico.

      La scienza della traduzione predilige l’approccio descrittivo a quello prescrittivo e in questo volume Peeter Torop, erede della prestigiosa cattedra di semiotica dell’Università di Tartu che era stata di Jurij Lotman, riesce a coniugare il mestiere del traduttore con le esigenze scientifiche, la pratica quotidiana con il rigore terminologico, la tecnica del mestiere con le preoccupazioni riguardanti il rigore disciplinare.

      Divenuto già un classico della scienza della traduzione, il libro, in questa nuova edizione integralmente rivista e aggiornata, è corredato di un saggio introduttivo, un glossario e un indice analitico che ne rendono più agevole la fruizione anche al pubblico degli studenti delle lauree specialistiche in traduzione, lingue, mediazione culturale.

    • Alexandar Lûdskanov   

      Un approccio semiotico alla traduzione

      Dalla prospettiva informatica alla scienza traduttiva

      Di questo libro, scritto con l’idea di dare materiale ai programmatori per realizzare la “macchina che traduce”, viene proposta al pubblico italiano la parte teorica.

      Il processo della traduzione viene qui scomposto nelle sue unità elementari e minuziosamente descritto servendosi degli strumenti della semiotica. La prospettiva proposta è generale: creare una disciplina della traduzione che si basi su dati di fatto e su termini scientifici, evitando il ricorso a generiche parole che determinano l’incagliarsi del dibattito intorno a sterili discussioni di principio. Un approccio produttivo alla traduzione deve necessariamente consistere in una teoria della pratica, e non in una teoria della teoria.

      Ne esce un quadro unico che interessa tutti i tipi di traduzione, da alcuni studiosi considerati non paragonabili (traduzione narrativa, traduzione saggistica, traduzione settoriale, traduzione poetica), ma che invece qui svelano i loro elementi di comunanza, al di là dell’apparente disomogeneità.

      Il volume si rivolge ai traduttori e ai cultori della materia, ma può essere anche un valido strumento di approfondimento per gli studenti dei master e dei workshop in traduzione e dei corsi di laurea specialistica in traduzione.

    • Bruno Osimo   

      Storia della traduzione

      Riflessioni sul linguaggio traduttivo dall'antichità ai contemporanei

      Nel volume vengono analizzati i contributi di oltre cento pensatori di varie discipline che hanno in qualche modo contribuito, con riflessioni su linguaggio e comunicazione, all’evoluzione del concetto di “traduzione” nel corso dei secoli. La trattazione si snoda cronologicamente dall’epoca classica al ’900 attraverso la lettura commentata dei testi originali di filosofia, semiotica, psicologia, linguistica, critica letteraria. Sono presenti anche i pareri di diversi scrittori e traduttori.

      Per ogni autore viene descritto in sintesi il contributo all’evoluzione del pensiero semiotico e/o linguistico in relazione all’idea di traduzione, con suggerimenti bibliografici di approfondimento.

      Il volume è rivolto agli studenti universitari di Teoria e storia della traduzione nell’ambito dei corsi di laurea in Scienze della mediazione culturale e linguistica, in Lingue e letterature straniere e presso gli Istituti Superiori per Interpreti e Traduttori.