Argomenti

3 risultati trovati - pagina 1 di 1

    • Franca Cavagnoli   

      La traduzione letteraria anglofona

      Il proprio e l'altrui - English e Englishes - Gli autori postcoloniali di lingua inglese

      La traduzione è una interdisciplina in cui è difficile distinguere con precisione il ruolo svolto dagli apporti linguistici, letterari e culturali, perché le prospettive sono varie e tutte ugualmente utili per illuminare di volta in volta una sfaccettatura della questione: linguistica, semiotica, letterario-poetica, culturale, filosofica. Questo volume raccoglie alcune riflessioni sulla traduzione nate dalla lunga esperienza dell’autrice nel campo della pratica e dell’insegnamento della traduzione letteraria anglofona ed è diviso in tre parti. La prima descrive cosa significa accogliere “l’Altro” in traduzione e dargli ospitalità nella propria lingua e nella propria cultura senza che la lingua e la cultura di chi traduce neghino l’altrui riducendolo al proprio, né tentino di assimilare l’elemento estraneo. La seconda parte sviluppa il tema del proprio e dell’altrui nell’ambito della narrativa anglofona, in particolare nella traduzione delle lingue di contatto parlate in Africa e nelle isole del bacino caraibico (l’inglese pidgin e il creole continuum). La terza parte riunisce alcuni studi su autori postcoloniali anglofoni (da scrittori africani quali Chinua Achebe e Ken Saro-Wiwa, all’australiano David Malouf, ad autori caraibici come V.S. Naipaul e Jean Rhys, fino a Salman Rushdie) e sui temi più dibattuti nel campo della traduzione postcoloniale. Oltre che agli studenti degli insegnamenti universitari sulla traduzione nei corsi di laurea in Lingue e letterature straniere, Mediazione linguistica e culturale, Lettere moderne, Storia dei sistemi editoriali, Culture e linguaggi per la comunicazione, il volume si rivolge anche a chiunque sia interessato ad approfondire la riflessione sulla traduzione letteraria.

    • Bruno Osimo   

      La traduzione saggistica dall’inglese

      Guida pratica con versioni guidate e glossario

      Dopo la pubblicazione di vari compendi teorici, ecco un volume prettamente pratico che accompagna lo studente dei corsi di lingua, mediazione culturale o mediazione linguistica, il giovane professionista o il dilettante appassionato attraverso tutte le fasi del lavoro concreto su un testo inglese di carattere non tecnico-specialistico e non narrativo.

      La prima parte è dedicata a una rapida sintesi dei concetti teorici di base e all’analisi dei vari ausili all’attività traduttiva (dizionario bilingue, monolingue e dei sinonimi, enciclopedia, risorse informatiche e telematiche...). La sezione centrale è la seconda, più operativa, in cui vengono analizzati e tradotti passo a passo sette testi originali inglesi che rappresentano tipi diversi di saggi.

      Il volume si rivolge agli studenti universitari di mediazione linguistica, traduzione, lingue e agli aspiranti traduttori di testi di saggistica.

    • Lisa Badocco   

      Dire, fare, tradurre

      Terminologie tecniche per la mediazione linguistica. Inglese-italiano

      Questo volume costituisce una guida agile e pratica al lessico di base per le traduzioni specializzate che costituiscono la stragrande maggioranza dell’attività traduttiva dall’inglese all’italiano.

      Il testo si articola in quattro parti che sostanzialmente corrispondono ai quattro settori principali in cui si possono raggruppare le terminologie tecniche: il settore politico-istituzionale, il settore economico, il settore scientifico, il settore tecnico. Ogni settore è introdotto da un breve testo esemplificativo da cui vengono estrapolati, spiegati e contestualizzati (nei diversi argomenti) i vari vocaboli che costituiscono il linguaggio settoriale di quell’ambito specialistico.

      A fine volume un ampio indice analitico (inglese-italiano e italiano-inglese) raccoglie in ordine alfabetico tutti i termini citati nel libro.

      Il testo è adottabile presso i corsi di Terminologie tecniche attivi presso le scuole di traduzione, ma dato il taglio pratico e la facilità di consultazione per aree tematiche è uno strumento utile anche per gli interpreti e traduttori professionisti.