Soggetto: traduzione

9 risultati trovati - pagina 1 di 1

    • Jean Delisle    Hannelore Lee-Jahnke    Monique C. Cormier   

      Terminologia della traduzione

      Terminologia della traduzione si propone come strumento di spiegazione e approfondimento del significato e dell’uso di circa 200 termini e locuzioni più usati nella pratica e nella descrizione teorica della traduzione. Per ognuno la definizione è seguita da esemplificazioni e dall’indicazione dei rapporti di sinonimia e antonimia con altre unità terminologiche in italiano nonché degli equivalenti in francese, inglese, spagnolo e tedesco.

      Il volume si rivolge ai professionisti della traduzione, ai docenti e agli studenti delle Facoltà umanistiche il cui corso di laurea di primo o di secondo livello prevede la comunicazione interlinguistica e/o interculturale e a tutti coloro la cui scelta accademica o professionale richieda competenza traduttiva.

    • Bruno Osimo   

      Storia della traduzione

      Riflessioni sul linguaggio traduttivo dall'antichità ai contemporanei

      Nel volume vengono analizzati i contributi di oltre cento pensatori di varie discipline che hanno in qualche modo contribuito, con riflessioni su linguaggio e comunicazione, all’evoluzione del concetto di “traduzione” nel corso dei secoli. La trattazione si snoda cronologicamente dall’epoca classica al ’900 attraverso la lettura commentata dei testi originali di filosofia, semiotica, psicologia, linguistica, critica letteraria. Sono presenti anche i pareri di diversi scrittori e traduttori.
      Per ogni autore viene descritto in sintesi il contributo all’evoluzione del pensiero semiotico e/o linguistico in relazione all’idea di traduzione, con suggerimenti bibliografici di approfondimento.
      Il volume è rivolto agli studenti universitari di Teoria e storia della traduzione nell’ambito dei corsi di laurea in Scienze della mediazione culturale e linguistica, in Lingue e letterature straniere e presso gli Istituti Superiori per Interpreti e Traduttori.
    • Mario Paolinelli    Eleonora Di Fortunato   

      Tradurre per il doppiaggio

      La trasposizione linguistica dell'audiovisivo: teoria e pratica di un'arte imperfetta

      Dalla nascita del cinema sonoro l’industria cinematografica si è trovata a dover risolvere il problema delle barriere linguistiche che rendevano il proprio prodotto non commerciabile al di fuori dei confini della lingua in cui i film erano girati. Questo volume esamina le peculiarità della trasposizione linguistica dell’audiovisivo, la sua origine e il suo potere di condizionamento dei comportamenti, non soltanto linguistici. La trattazione offre inoltre una panoramica sulla legislazione, la normativa e la struttura del mercato del doppiaggio in Italia, e affronta il tema delle strategie necessarie per potenziare, attraverso il doppiaggio, la circolazione del cinema europeo nel mondo. Come “caso applicativo” viene svolta l’analisi dell’adattamento del film Jackie Brown di Quentin Tarantino, con un confronto tra testo originale e versione italiana e un esame puntuale delle ragioni tecniche ed espressive che hanno motivato le scelte operate. Infine a completamento del volume un’ampia bibliografia consente ulteriori approfondimenti.
    • Domenico Cosmai   

      Tradurre per l’Unione Europea

      Prassi, problemi e prospettive del multilinguismo comunitario dopo l'ampliamento a est

      La seconda edizione di questo testo nasce dall’esigenza di recepire i profondi cambiamenti organizzativi e metodologici intervenuti capillarmente all’indomani degli ampliamenti dell’UE del 1° maggio 2004, prima, e del 1° gennaio 2007, poi, ai paesi dell’Europa centrorientale. La necessità di integrare ben 12 nuovi Stati membri e 11 lingue ufficiali nella costruzione comunitaria ha in effetti portato a un ripensamento in certi casi radicale di prassi lavorative consolidate da decenni e in fondo della stessa idea di multilinguismo comunitario. Quasi completamente riscritte sono state le parti relative alla prassi nelle singole istituzioni europee, al percorso professionale e al futuro della traduzione comunitaria. È stata ampliata la sezione sulle applicazioni informatiche, che forma ora un capitolo a sé stante. Anche l’ultimo capitolo sugli esempi di testi tradotti e riveduti è stato integrato con tre nuovi esempi rispettivamente dal francese, dall’inglese e dallo spagnolo. Una capillare operazione di aggiornamento ha infine riguardato i dati statistici sparsi in tutto il volume, la bibliografia e la sitografia.
    • Federica Scarpa   

      La traduzione specializzata

      Un approccio didattico professionale

      La stragrande maggioranza dell’attività traduttiva dall’inglese all’italiano è costituita da traduzioni specializzate. Questo volume da un lato rappresenta uno strumento completo di orientamento sullo “stato dell’arte” delle metodologie di traduzione tecnico-scientifica e, dall’altro, fornisce un valido supporto per la didattica e la prassi della traduzione, come confermato dall’ottimo successo della prima edizione.
      Oltre a un generale aggiornamento delle fonti bibliografiche, la novità più significativa di questa nuova edizione è la riorganizzazione dei capitoli sulla qualità della traduzione e sulla professione del traduttore, rivisti e ampliati a riflettere i notevoli sviluppi recenti nel mondo professionale. Nel capitolo sulla qualità sono state ampliate le sezioni sulla revisione e sulla valutazione degli errori ed è stata inserita una sezione sulle norme professionali, mentre alla competenza traduttiva è dedicato un intero nuovo capitolo. Nel capitolo sulla professione è dato più spazio alle recenti tecnologie di supporto al lavoro del traduttore e sono state aggiunte le sezioni sulla responsabilità del traduttore e sui rapporti tra università e mercato.
      Il volume si rivolge agli studenti dei corsi universitari di Traduzione, Mediazione Linguistica e Comunicazione Interlinguistica Mediata di livello triennale e magistrale nonché ai traduttori o cultori della materia con una formazione specialistica in ambito tecnico-scientifico.
    • Bruno Osimo   

      Propedeutica della traduzione

      Corso introduttivo con tabelle sinottiche. 2ª edizione

      Per imparare a tradurre occorre molta esperienza, ma l’attività pratica va fin dall’inizio inquadrata in un contesto teorico di riferimento che fornisca alcuni principi metodologici. In risposta a tale esigenza questo volume si colloca al livello preparatorio di base degli studi universitari nel campo della traduzione e illustra i concetti di fondo che servono all’aspirante mediatore-traduttore. Non si tratta dell’astratta “teoria della traduzione”, destinata ai linguisti, ma delle conoscenze indispensabili per praticare in modo consapevole l’attività quotidiana di comunicare, di tradurre.
      Per rendere più agevole la lettura tutti i concetti sono spiegati nel testo con un minimo ricorso alla terminologia settoriale, senza semplificazioni lessicali fuorvianti, bensì attraverso la schematizzazione svolta in numerose tabelle descrittive.
      Rispetto alla prima edizione il volume è notevolmente ampliato: sono stati aggiunti due nuovi capitoli e inserite nuove tabelle esplicative che in una versione grafica più accattivante agevolano la comprensione della trattazione.
      La nuova edizione è inoltre più versatile e facile da utilizzare come libro di testo in corsi tenuti da docenti diversi, indipendentemente dalle lingue straniere coinvolte. È adatta anche a chiunque, al di fuori di un percorso di studi accademico, desideri affrontare l’argomento “traduzione” da zero.
    • Lucia Cinato Kather   

      Mediazione linguistica tedesco-italiano

      Aspetti teorici e applicativi - Esempi di strategie traduttive - Casi di testi tradotti

      Il volume analizza i peculiari problemi di traduzione relativi alle lingue tedesca e italiana in un’ottica ampia, che va dai cenni alle attuali teorie sulla traduzione fino alle particolari strategie traduttive analizzate su una vasta gamma di tipologie testuali.
      Il testo è articolato in due parti, una teorica, che tiene conto soprattutto degli studi in ambito tedescofono, e una pratico-applicativa, che indaga con sistematicità le strutture linguistiche che caratterizzano la coppia di lingue scelta in ottica traduttiva.
      Nata dalla necessità di una risorsa manualistica aggiornata che possa fornire le conoscenze traduttologiche di base per l’apprendimento della lingua tedesca e della traduzione, quest’opera va anche incontro alla richiesta degli “addetti ai lavori” - traduttori, linguisti in generale e teorici della traduzione - di uno strumento utile a definire e risolvere i problemi interpretativi e le tematiche specifiche di “grammatica” della traduzione tedesco-italiano.
      Il volume si rivolge pertanto agli studenti dei corsi di laurea triennale in Mediazione linguistica, in Lingue e letterature straniere e in Scienze del turismo, nonché ai traduttori professionisti, ai linguisti e alle istituzioni e associazioni collegate al mondo della traduzione.
    • Bruno Osimo   

      Manuale del traduttore

      Guida pratica con glossario

      Il volume si propone come guida per insegnare l’arte non facile di tradurre e si conferma come opera di riferimento per i traduttori, sia professionali che alle prime armi, proponendo un approccio poliedrico al processo traduttivo, inserito nella visione complessiva della comunicazione.
      Questa terza edizione, aggiornata alle ricerche più recenti in materia, accentua gli aspetti di mediazione culturale strategici per capire la differenza tra due competenze solo apparentemente sovrapponibili: conoscere le lingue e saper tradurre.
      L’opera costituisce un valido manuale di consultazione anche per il traduttore professionista che spesso si trova ad affrontare questioni pratiche. I concetti fondamentali per l’attività quotidiana del traduttore sono illustrati facendo ricorso a numerose tabelle e figure, senza trascurare gli aspetti più pratici, come l’ergonomia della stazione di lavoro e l’acquisto del computer.
      Uno strumento prezioso è inoltre rappresentato dal ricchissimo glossario che, raccogliendo in ordine alfabetico i termini tecnici ricorrenti nelle traduzioni dalle diverse lingue, chiarifica e aiuta a risolvere i principali punti critici; nel glossario sono anche riportate una serie di norme redazionali (aggiornate alle ultimissime disposizioni ISO e UNI) cui attenersi per strutturare il testo tradotto.
      I riferimenti bibliografici contengono infine molti spunti per approfondire gli argomenti di maggior interesse.
    • Silvia Bruti    Claudia Buffagni    Beatrice Garzelli   

      Dalla voce al segno

      I sottotitoli italiani di film d'autore in inglese, spagnolo e tedesco

      Il volume prende in esame i sottotitoli italiani di quindici film d’autore in inglese, spagnolo e tedesco, esplorando strategie traduttive e tecniche di compensazione. Le pellicole analizzate, appartenenti a generi differenti (dalla commedia al dramma, dal film multiculturale a quello storico), si caratterizzano per un moderato multilinguismo, l’impiego di un’ampia gamma di registri, tematiche affini (gastronomiche, erotiche, socio-politiche) e un buon riscontro di pubblico e di critica. Humour e turpiloquio, elementi distintivi della cinematografia contemporanea, costituiscono inoltre un importante trait d’union in numerosi dialoghi del corpus. Completa lo studio l’analisi della pellicola italiana Habemus papam (Moretti, 2011) sottotitolata nelle tre lingue target, cosa che permette di indagare la sottotitolazione rovesciata (reversed subtitling), rendendo possibile la prospettiva inversa. Il volume offre una grande ricchezza di esempi testuali e si rivolge sia agli studenti dei corsi universitari di lingue straniere e di traduttologia sia a studiosi e traduttori interessati a indagare i rapporti tra le lingue analizzate e l’italiano così come ad approfondire le competenze nell’ambito della sottotitolazione cinematografica.