Studi Orientali

42 risultati trovati - pagina 1 di 5

    • Olivier Durand    Annamaria Ventura   

      Grammatica di arabo marocchino

      Lingua dārija

      La Grammatica di arabo marocchino è una trattazione linguistico-descrittiva dell’arabo māgribi o magrebino, correntemente dārija, lingua orale del Marocco.

      Questa varietà è la più lontana dall’arabo letterario, ovvero dall’arabo classico e standard, e risulta essere quella meno intellegibile dagli altri parlanti arabofoni.

      Rispetto ad altre varietà dialettali arabe, infatti, l’arabo marocchino risente di un forte sostrato berbero, lingua di famiglia non semitica, ma camitosemitica, nonché dell’influenza del francese, e si distanzia dalle altre varietà arabe anche a causa delle peculiarità storiche e della posizione geografica decentrata rispetto agli altri paesi arabi.

      Il volume descrive dapprima il sistema fonologico, espone poi pronome, sostantivo, aggettivo e numerali, a cui segue un’ampia analisi del verbo, per soffermarsi poi su avverbi e particelle, raccogliendo infine le espressioni idiomatiche, frasi cristallizzate il cui significato si distanzia dalla traduzione letterale.

      Frutto di ricerca dialettologica il volume decodifica, sistematizza e descrive il materiale linguistico, corredandolo di un’ampia mole di esempi e si articola quale grammatica organica di riferimento.

    • Monica Ruocco    Luca D'Anna    Souzan Fatayer   

      Comunicare in arabo

      Livelli A1-A2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue

      Comunicare in arabo è un corso in tre volumi per l’apprendimento della lingua araba che sviluppa in modo armonioso ed efficace le competenze comunicative (linguistiche, sociolinguistiche e pragmatiche) dei livelli A1-B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue.

      Il volume 1 copre i livelli A1-A2 e si compone di 15 unità. Le prime tre sono dedicate all’apprendimento del sistema di scrittura, mentre le successive si aprono con dialoghi o testi di lettura e/o ascolto di crescente complessità integrati da spiegazioni grammaticali, rubriche lessicali ed esercizi di varia tipologia. Le unità sono arricchite da approfondimenti culturali e dialettali e accompagnate da materiali audio.

      Sono inoltre presenti esercizi di ricapitolazione e consolidamento per verificare la conoscenza degli argomenti studiati nelle unità precedenti.

      Per favorire l’apprendimento del lessico, il glossario finale propone una selezione tematica e ragionata delle principali parole di ciascuna unità.

    • Imsuk Jung   

      Grammatica della lingua coreana

      Morfologia, sintassi ed esercizi

      La Grammatica della lingua coreana descrive in maniera dettagliata gli aspetti morfologici e sintattici del coreano contemporaneo, sistema standardizzato e riconosciuto ufficialmente dall’Istituto Nazionale della Lingua Coreana nel 1966.

      Il manuale è rivolto specificamente a un pubblico di studenti italiani e segue un approccio contrastivo soffermandosi in particolare sui maggiori ostacoli nel percorso di apprendimento, ovvero quegli aspetti peculiari assenti nella lingua italiana.

      La trattazione di ogni singolo argomento è integrata da numerosi esempi comunicativi, a partire dalle forme più essenziali, comprensibili anche ai principianti. Ampio spazio è concesso alla trattazione delle reggenze verbali e alle questioni più problematiche del coreano, fonte dei dubbi grammaticali più frequenti.

      Ogni capitolo è completato da vari esercizi mirati, tutti con soluzione per consentire la verifica dell’apprendimento.

      A fine volume l’indice analitico dettagliato agevola il rapido reperimento delle nozioni grammaticali contenute nel manuale.

    • Federico Masini    Chiara Romagnoli    Tongbing Zhang    Yafang Chang   

      Comunicare in cinese

      Livello 1 del Chinese Proficiency Grading Standard

      Comunicare in cinese è un corso in tre volumi ideato per lo studio della lingua cinese nel contesto universitario italiano e risponde pienamente alle indicazioni contenute nel nuovo Chinese Proficiency Grading Standards for International Chinese Language Education, approvato dal Ministero dell’Istruzione cinese nel marzo del 2021 e in vigore dal luglio 2021.

      Il corso offre la possibilità di raggiungere una competenza comunicativa della lingua cinese – assimilabile al termine del volume 3 al livello C1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per lo Studio delle Lingue –, accompagnata però da una puntuale conoscenza delle strutture fonologiche, morfologiche e sintattiche della lingua cinese moderna.

      Scopo e ambizione del corso, soprattutto per i livelli intermedio e avanzato, è anche quello di presentare la lingua cinese in tutta la sua complessità, che riguarda tanto le variazioni nei suoi usi, orali e scritti, quanto il suo impiego in vari paesi e contesti, consapevoli del ruolo che questa lingua ha assunto anche al di fuori dei confini nazionali.

    • Ibraam G.M. Abdelsayed   

      L'arabo egiziano per gli italiani

      Corso base

      L’arabo egiziano per gli italiani è un corso comunicativo per l’apprendimento, anche da autodidatta, della lingua quotidiana realmente parlata in Egitto nella varietà colloquiale de Il Cairo, uno tra i più influenti centri urbani e culturali non solo dell’Egitto ma di tutto il mondo arabo. La varietà cairota gode, infatti, di altissimo prestigio sociale e comunicativo, e risulta la più comprensibile nel resto del mondo arabofono.

      Il corso è finalizzato a sviluppare in modo efficace e mirato le competenze linguistiche, socioculturali e pragmatiche necessarie per raggiungere gradualmente un livello paragonabile a quello A2 proposto nel Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue. Frutto di un’esperienza didattica fondata sulla scelta dei vocaboli e delle strutture linguistico-comunicative a partire dal “Lessico di frequenza dell’arabo parlato in Egitto”, il corso è strutturato in 7 ampie unità. Ogni unità è dedicata a temi quotidiani e a obiettivi funzionali specifici, e integrata da tabelle esplicative, rubriche lessicali e schemi grammaticali.

      A fine volume sono presenti un ampio e dettagliato glossario arabo/egiziano-italiano (di oltre 1500 lemmi), suddiviso per unità, e le chiavi degli esercizi.

      Completano il corso le tracce audio in formato Mp3, utile supporto per il lavoro in aula e per lo studio in autonomia, scaricabili all’indirizzo www.hoeplieditore.it nella pagina dedicata al volume.

    • Maurizio Scarpari    Attilio Andreini   

      Grammatica della lingua cinese classica

      Il cinese classico è la lingua, colta e raffinata, con la quale sono state redatte le opere ascritte al periodo compreso tra il VI e il II secolo a.C., testi che hanno fornito le basi identitarie, intellettuali e ideologiche di quelle che poi sarebbero diventate la classicità e la cultura tradizionale.

      Oltre alle opere canonizzate agli albori dell’età imperiale e tramandate nel corso dei secoli, la Grammatica della lingua cinese classica prende in considerazione anche i numerosi manoscritti su bambù, legno e seta rinvenuti di recente nelle tombe di aristocratici e funzionari, databili tra la fine del IV e il I secolo a.C. Si tratta di una scelta innovativa, dettata non solo dal valore intrinseco di ogni singolo testo, per lo più inedito, ma anche dalla possibilità che ci viene offerta di accrescere e perfezionare le nostre conoscenze della lingua, della grammatica, del sistema fonologico, della scrittura, della storia e del pensiero filosofico, religioso e scientifico della Cina antica, e di rileggere e reinterpretare le opere tramandate, consentendone una migliore comprensione e una più precisa datazione. È oggi impossibile studiare la civiltà cinese prescindendo da queste nuove fonti.

      Circa 1200 esempi per complessivi 15.000 caratteri, tratti da un centinaio di opere a stampa e manoscritte, qualificano questo volume come uno strumento essenziale per chiunque intenda studiare le opere fondative della cultura cinese tradizionale.

    • Takako Toda    Giuseppe Pappalardo   

      Pronuncia e accento nella lingua giapponese

      Teoria ed esercizi

      Pensato per approfondire gli aspetti fonetici e prosodici della lingua giapponese, il manuale consente di migliorare la pronuncia attraverso esercizi mirati di ascolto e produzione.

      Le 5 unità in cui si articola il testo analizzano in dettaglio i suoni, il ritmo, l’accento tonale e l’intonazione del giapponese e sono costituite da una sezione teorica e da una pratica. Tutti gli esercizi prevedono un’attività di ascolto attraverso i file audio in formato Mp3 scaricabili dal sito dell’editore nella pagina dedicata al volume.

      Adatto agli studenti universitari dal livello elementare a quello avanzato, il volume costituisce un utile supporto anche per lo studio individuale. Attraverso gli esercizi pratici il discente potrà eliminare gli errori di pronuncia tipici del parlante italofono, risultando decisamente più naturale sia nell’esposizione orale in pubblico sia nel parlato dialogico. Con l’esercizio al riconoscimento dell’accento potrà inoltre mettere alla prova quanto appreso e verificare il miglioramento nella capacità percettiva.

    • Marcella Mariotti   

      Giapponese per il business

      Guida al linguaggio nel mondo del lavoro

      Il volume offre un riferimento unico nel suo genere nel quale la lingua giapponese viene presentata come articolazione viva fra aspetti prescrittivi (le linee guida per il linguaggio onorifico) e lingua effettivamente utilizzata nelle conversazioni commerciali, superando così inutili e rischiosi stereotipi.

      Nato da una lunga esperienza sul campo dell’autrice, prima come traduttrice e interprete, poi come docente di Business Japanese e coordinatrice stage, tirocini e placement in ambito universitario, il testo raccoglie i temi più rilevanti per gli studenti e le aziende.

      Dopo un capitolo introduttivo su come avvicinarsi alle prime esperienze lavorative, segue una panoramica sul linguaggio relazionale e quattro unità pratiche sulle principali sfere di azione: al telefono, nel contesto di una fiera, durante una trattativa commerciale, nella corrispondenza elettronica.

      Ciascuna unità è corredata da esercizi grammaticali, di lessico, comprensione, pensiero critico e creativo. Completano il libro le soluzioni degli esercizi, un ampio glossario giapponese-italiano e italiano-giapponese dei termini tecnici e una lista di flashcard utilizzabili in app per lo studio a ripetizione mnemonica dilazionata (SRS).

      Il manuale è integrato dalle tracce audio in formato Mp3, utile supporto per il lavoro in aula e per lo studio in autonomia, scaricabili all’indirizzo www.hoeplieditore.it, nella pagina dedicata al volume.

    • Sitti Faizah Soenoto    Antonia Soriente   

      Corso di lingua indonesiana

      Livelli A1-B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue

      La lingua indonesiana è parlata da oltre 260 milioni di persone in Indonesia (il più grande Paese del Sud-est asiatico). Essa deriva dalla lingua malese parlata in varianti diverse negli stati della Malesia (il malesiano), a Singapore e nel Brunei Darussalam. Questo corso è concepito per madrelingua italiani e consente di raggiungere un livello intermedio di competenza linguistica oltre che di conoscenza delle strutture grammaticali e lessicali. L’approccio didattico è quello comunicativo e descrittivo, senza tralasciare l’importanza degli elementi culturali e sociali. Prediligendo la lingua standard, ma tenendo presente anche il contributo della lingua colloquiale, il volume fornisce gli elementi fondamentali per comprendere l’indonesiano parlato e scritto e comunicare in un registro semi-formale. Ognuna delle 23 unità in cui si articola il corso è introdotta da testi autentici sotto forma di dialoghi o testi narrativi supportati da registrazioni audio e da un glossario dei termini lessicali nuovi, cui segue la sezione grammaticale corredata di esercizi e la rubrica di note culturali.

      Il manuale è integrato dalle chiavi degli esercizi, da un vocabolario di base e dalle tracce audio in formato Mp3, prezioso supporto sia per il lavoro in aula sia per lo studio in autonomia.

    • Monica Ruocco    Andrea De Benedittis   

      Introduzione alla scrittura araba

      Questo volume fornisce le basi per intraprendere lo studio della lingua araba. Fondato su una solida impostazione scientifica e una consolidata esperienza di insegnamento, il testo introduce al sistema di scrittura della lingua araba attraverso una grafica accattivante che ne facilita l’assimilazione dell’alfabeto. Dopo una sezione introduttiva sulle caratteristiche peculiari della scrittura araba, il testo si articola in diverse sezioni, che consentono passo dopo passo di imparare l’alfabeto arabo e alcune elementari regole ortografiche e grammaticali della lingua. Ogni grafema è presentato all’interno di singole schede corredate di vari esercizi di scrittura. I file audio Mp3 consentono di apprendere la corretta pronuncia delle parole presenti nelle unità. Oltre che agli studenti universitari il volume si rivolge a chiunque voglia avvicinarsi, anche da autodidatta, allo studio dell’arabo con un metodo di apprendimento rapido e divertente.