Soggetto: interpretazione

3 risultati trovati - pagina 1 di 1

    • Mariachiara Russo    Gabriele Mack   

      Interpretazione di trattativa

      La mediazione linguistico-culturale nel contesto formativo e professionale

      L’interpretazione di trattativa è una nuova professione dall’accezione ampia che oltre all’ambito commerciale-aziendale ricopre anche quello sociale, sanitario e giudiziario, settori in cui la figura dell’interprete-mediatore linguistico-culturale diventa sempre più indispensabile alla luce dei costanti flussi migratori. A fronte delle crescenti richieste del mercato sono aumentate le offerte formative di livello accademico e la materia è ora insegnamento professionalizzante previsto per la classe delle lauree nelle Scienze della Mediazione Linguistica.

      Il presente volume, primo in Italia nel suo genere, si incentra su questa nuova figura di cui descrive le competenze, i percorsi didattici e i molteplici ambiti applicativi.

      Il testo si rivolge agli studenti e ai docenti dei corsi di laurea triennale in Scienze della Mediazione Linguistica, ai professionisti, interpreti e mediatori operanti in ambito aziendale, socio-sanitario e giudiziario, e agli studiosi di analisi conversazionale e di comunicazione interculturale.

    • Valeria Buonomo    Pietro Celo   

      L’interprete di lingua dei segni italiana

      Problemi linguistici - Aspetti emotivi - Formazione professionale

      Il volume, il primo dedicato specificamente al ruolo dell’Interprete di LIS (lingua dei Segni italiana), risponde a una triplice esigenza: far conoscere la professione di Interprete di lingua dei Segni ai non addetti ai lavori, avviare una riflessione sugli aspetti formativi specifici di tale lavoro e, soprattutto, dar voce a quanto per anni è rimasto un “segreto professionale” anche fra gli stessi interpreti.

      È a partire da un’introduzione essenziale alla LIS, in cui si presentano le regole fondamentali di tale lingua e se ne decostruiscono i pregiudizi più comuni, che si aprono le questioni centrali: il differente modo di stare al mondo dei sordi e il complesso rapporto che si instaura fra questi e gli interpreti; gli aspetti linguistici e tecnici della professione (non mancano esempi pragmatici) e infine, la componente emozionale che pervade il lavoro dell’interprete segnante. Questi infatti, confrontandosi costantemente con le soluzioni linguistiche dei due sistemi espressivi, svolge una complessa funzione di mediatore transculturale che deve tener conto del diverso formato del messaggio: orale e uditivo per la lingua vocale, manuale e visivo per la lingua segnata. Il testo si chiude con una panoramica sull’offerta formativa italiana e la prospettiva di un nuovo modo di fare formazione.

      Il volume si rivolge sia agli studenti dei corsi universitari ed extra-universitari sia agli interpreti professionisti e ai cultori della materia, nonché alle varie istituzioni, associazioni e cooperative collegate al mondo dei sordi segnanti.