• Opera

    • Ella Marciello     

      Scrittura ribelle

      Anti manuale di scrittura creativa

    • Scrittura ribelle
      • Descrizione
      • Indice
      • Note biografiche
    • Ella Marciello     

      Scrittura ribelle

      Anti manuale di scrittura creativa

      • Descrizione
      • Indice
      • Note biografiche

      Descrizione

      In un mondo che pensa di avere sempre la guida definitiva per tutto, il primo anti manuale di scrittura creativa che fa della ribellione il suo punto focale.

      Pensato per chi comunica - con la parola scritta ma non solo - per copywriter, strategist, per chi lavora in pubblicità e marketing, per autori e autrici o per chi ancora non lo è e ha bisogno di nuovi percorsi creativi e di pensiero che possano aprire vie non battute e infondere nuova linfa alla propria scrittura.

      Un testo analitico e immaginifico con tanti strumenti ed esercizi da poter mettere in pratica subito per affinare tecnica, capacità di ragionamento e pensiero critico, tra cultura, società, movimenti underground, poesia e arte performativa.

      Un viaggio all’interno del proprio sé creativo che permetterà, a chiunque abbia coraggio, di abbandonare certi schemi noti per rendere ribelle la propria forma mentis e il proprio scrivere.

      Indice

      1- Se parli male pensi male. E se leggi male?

      Pennac ci invitò qualche anno fa ad esercitare il diritto "di non leggere". Sacrosanto. Il problema è che così facendo spesso ci perdiamo tutti quei volumi pessimi, quei tomi che abbandoniamo sui comodini, quei libri che smarriamo appositamente perché, ecco, sono scritti male. Invece, bisogna dare una possibilità all'errore, al brutto, al mediocre. E da questo imparare esattamente come non scrivere.

      2- Infrangere le regole, perdersi, trovarsi e poi farsi un caffé

      I ribelli godono di pessima reputazione: complicano il semplice, non seguono le regole, non sono mai d'accordo. Ribellarsi ai bravi bambini che siamo però ci aiuta a vivere in modo più profondo e a stimolare non solo la creatività ma ad espandere il nostro talento.

      3- Scrivere è la cosa più punk che possa capitare

      Evitare i cliché, i luoghi comuni, dire un gigantesco NO alle convenzioni. La scrittura è lotta, in primis con se stessi: un territorio incerto che sa di rabbia, sudore e notti da riempire affinché abbia un senso. +esercizi

      4- La curiosità è un treno in partenza

      L'interesse per ciò che non conosciamo è il primo motore dell'apprendimento. Ma la curiosità da sola è un treno fermo: si attiva con la motivazione e il giusto grado di difficoltà. Stay hungry, stay curious. +esercizi

      5- Ciò che non ci uccide ci fa scrivere cose bellissime

      Prendi la rabbia, il dolore, la delusione. Prendi il disincanto, la sofferenza, il nichilismo. Lasciale crescere, coltivale. È mentre ci sei dentro che puoi tirarne fuori tutta la loro potenza. Nessuna storia interessante è pervasa solo dai giorni sì. +esercizi

      6- Quella volta che ho contato il riso con Marina Abramovic

      Ho passato 6 ore in una stanza con Marina Abramovic a contare riso. Sì, ogni singolo chicco. Dopo quel giorno, non sono più stata la stessa.

      Note biografiche

      Ella Marciello è una direttrice creativa, copywriter, digital strategist e docente. Lavora in comunicazione dal 2010, è attiva nel campo della parità di genere come portavoce e creativa di Hella Network e per Startup Italia è una delle 1000 donne "unstoppable" che stanno cambiando il nostro paese.

  • Formati libro

    • Brossura
      Dimensioni: 14 x 21,5
      Stampa: 2 colori
      Pagine: 160
      ISBN: 9788836006090
      Prezzo: € 16,90

    Formati digitali

    • epub
      ISBN: 9788836006106
      Prezzo: € 10,99
    • Piattaforma: Amazon
      kindle
      ISBN: 9788836006106