Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il pensiero dell'Occidente feudale

Il pensiero dell'Occidente feudale
titolo Il pensiero dell'Occidente feudale
autore
formato Libro - Copertina plasticata
dimensioni 14x21,5
pagine XX-212
pubblicazione 04/2019
ISBN 9788820389383
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 19,90

< Condividi >

Dalla metà degli anni ’70 alla fine dei ’90, la storia della filosofia medievale di Franco Alessio è stata il libro di testo su cui si sono formate diverse generazioni di studenti. Ma quasi subito si è trasformata in qualcosa di più: un libro cult, che proponeva, in modo innovativo, i filosofi del mondo medievale sotto una luce inedita e meno stereotipata. Questo testo, unico nel suo genere, viene ora riproposto in una nuova veste grafica per un pubblico più ampio di lettori, grazie anche a uno stile sulfureo e a una straordinaria chiarezza espositiva. L’esposizione avviene sempre all’interno di un contesto storico, culturale e sociale dal quale si vedono emergere le linee problematiche, i campi teorici, le conflittualità ideologiche. La filosofia medievale è quindi sempre considerata nelle sue relazioni concrete e variabili con le varie forme del sapere - la matematica, la biologia, l’etnologia, la storia, l’antropologia, la sociologia, l’economia - con le forme della vita sociale e politica e con le strutture delle istituzioni culturali.

Indice testuale

Premessa di Carla Casagrande - Nota dell’editore - Dopo il naufragio: il mondo reale - Dal naufragio del mondo antico all’autunno del medioevo. Le strutture del pensiero feudale - Le biblioteche dei maestri - La ‘philosophia’ dei monaci: da Alcuino a Gaunilone - La rinascenza del XII: da san Bernardo alle Università - Il Duecento: le corporazioni dei ‘magistri’ - Crisi e agonie: il Trecento - Indice dei nomi.

Biografia dell'autore

Franco Alessio (1925-1999), allievo dell’Almo Collegio Borromeo, si formò all’Università degli Studi di Pavia come assistente di Ludovico Geymonat e di Enzo Paci, e come discepolo di Giulio Preti. Titolare della cattedra di Storia della filosofia all’Università di Cagliari (1968) e poi di quella di Storia della filosofia medievale all’Università Statale di Milano (1969-1971), dal 1972 passò all’Università di Pavia dove tenne la cattedra di Storia della filosofia medievale. Sempre nell’ateneo pavese tenne anche corsi di Storia del pensiero scientifico e di Storia della filosofia moderna e contemporanea. Ricoprì inoltre gli incarichi di presidente della Società Filosofica Italiana e di preside della Facoltà di lettere e filosofia dell’Università di Pavia. Tra le sue numerose pubblicazioni dedicate alla filosofia medievale: Mito e scienza in Ruggero Bacone, Ceschina, Milano 1957; Il Trecento, in Storia della filosofia, diretta da Mario Dal Pra, 10 voll., Vallardi, Milano 1975-1978; Introduzione a Ruggero Bacone, Laterza, Roma-Bari 1985, 19952; i saggi apparsi nel secondo volume della Storia della filosofia a cura di Pietro Rossi e Carlo Augusto Viano, Laterza, Roma-Bari 1994; Scolastique, in Jacques Le Goff e Jean-Claude Schmitt, Dictionnaire Raisonné de l’Occident médiéval, Fayard, Paris 1999.

Pinterest