• Opera

    • Il Villaggio svizzero
      • Descrizione
      • Indice
      • Note biografiche
    • Renata Broggini      Roberta Ramella      Giorgio Uberti      Marino Viganò     

      Il Villaggio svizzero

      Una iniziativa della Confederazione per la popolazione di Milano 1945-1959

      • Descrizione
      • Indice
      • Note biografiche

      Descrizione

      Chi si trovasse a passare a Milano per il tratto conclusivo di viale Legioni Romane, nel popolare quartiere di Baggio, potrebbe sorprendersi nel trovare in periferia le vie Berna, Lucerna, Zurigo, nomi d’importanti città della Svizzera, inusualmente lontane da via Losanna, altro grande centro urbano elvetico. Il motivo, certo a pochi noto, risiede in un episodio della vita contemporanea della metropoli lombarda: sul sedime del vicino parco pubblico «Alberto Moravia» è esistito, dal 1945 al 1959, il cosiddetto Villaggio svizzero di Milano, insediamento provvisorio di 40 casette prefabbricate, regalo del Dono svizzero per le vittime di guerra – ente della Confederazione per il soccorso – inteso a ospitare chi, nei bombardamenti del 1943-’45, aveva perso tutto. Qui 480 componenti di 120 famiglie trovano abitazione, in attesa della ricostruzione postbellica. Vicenda significativa pure per molti altri profili, la storia del Villaggio svizzero ricostruita in questo testo riconferma, principalmente, l’antico, profondo legame tra la Svizzera, con le sue ampie comunità di Lombardia, e l’ospitale città di Milano.

      Indice

      Riscopriamo i nostri valori. Prefazione. Introduzione. Milano bombardata, Milano ricostruita - Svizzeri a Milano, dalla presenza attiva al Villaggio - Il Villaggio svizzero, tra storia e memoria. Appendice. Fondazione La Residenza. Una storia e una tradizione svizzera in Italia. Sigle. Gli autori.

      Note biografiche

      Renata Broggini ha svolto ricerche sugli italiani esuli nella Confederazione.

      Roberta Ramella ha pubblicato contributi sulla storia lombarda.

      Giorgio Uberti, cultore di Storia economica e sociale, è ricercatore freelance e public historian.

      Marino Viganò è direttore della Fondazione Trivulzio.

  • Formati libro

    • Rilegato
      Dimensioni: 29,7 x 21
      Stampa: Colori
      Pagine: 248
      ISBN: 9788836011056
      Prezzo: € 29,90